La ricostruzione sei mesi dopo
Il 20 e il 29 maggio 2012 segnano uno dei momenti più drammatici della storia recente dell'Emilia-Romagna. Sono passati sei mesi dalla seconda, violenta scossa. Due terremoti ravvicinati che hanno ucciso 27 persone, ne hanno ferite 350, hanno danneggiato o distrutto centinaia di scuole, migliaia di case e di edifici produttivi, artistici, di culto.

Dopo sei mesi nessuno più è nelle tende. Le lezioni a scuola sono iniziate regolarmente. L'emergenza è alle spalle, grazie al lavoro dei cittadini, degli amministratori, dei volontari. Molto resta fare, ma la ricostruzione è cominciata. "Ci presenteremo al mondo meglio di prima" ha detto il presidente Errani, che a giorni firmerà l'ordinanza per avviare i lavori nelle abitazioni distrutte o gravemente danneggiate.

Sul sito Dopo il terremoto (http://www.regione.emilia-romagna.it/terremoto/sei-mesi-dal-sisma) una sezione speciale multimediale con il bilancio di questi primi sei mesi.
Clicca qui per vedere i dati
Riferimenti utili